I denari per un calice (1846, MB III, 31)

I denari per un calice (1846, MB III, 31)

Dopo qualche tempo Don Bosco aveva bisogno di un calice, e non sapeva come procurarselo, non avendo i danari occorrenti per l’acquisto. Quand’ecco una notte gli fu indicato in sogno come nel suo baule vi fosse deposta una sufficiente somma.

Il domani andò in Torino per varii affari e mentre camminava rifattoglisi alla mente il sogno, pensò al piacere che avrebbe provato se questo si fosse mutato in realtà, e fu sì grande l’impressione che ne ricevette, da determinarlo a ritornare subito a casa per rovistare nel baule.

Così fece, e vi trovò otto scudi, precisamente la somma colla qual e comperare il calice. Nessun estraneo aveva potuto riporveli, poiché la cassa era sempre chiusa. Sua madre Margherita non aveva danaro per fargli simili improvvisate, ed ella pure grandemente stupì quando seppe la cosa.

(1846, MB III, 31)

Lascia un commento

facebook.com/sognidonbosco
© 2018 I sogni di Don Bosco · Tema Crumbs di WPCrumbs