«Ho accarezzato il Grigio» Incontro con il signor Renato Celato

«Ho accarezzato il Grigio» Incontro con il signor Renato Celato

Un salesiano della “vecchia guardia” autista fidato e discreto di quattro Rettori Maggiori, una lunga vita di servizio eroicamente osservante e puntuale. Con un “misterioso” incontro. «Sono nato 93 anni fa. Eravamo undici fratelli. Solo uno oltre a me è ancora vivente. Uno dei miei fratelli è morto durante la guerra ucciso in una foiba […]

L’alunno che portò a Don Bosco tre quaderni di peccati

L’alunno che portò a Don Bosco tre quaderni di peccati

Luigi ha un grande desiderio: vorrebbe confessarsi da Don Bosco. Come fare? Don Bosco è allo stremo delle forze: confessa soltanto alcuni salesiani e gli alunni dell’ultima classe. Ma Luigi ottiene questo singolarissimo privilegio, e si prepara seriamente. Narrerà don Orione stesso: «Nell’esame di coscienza che feci, rempii tre quaderni». Per non tralasciare nulla aveva […]

Cavallo rosso (1862, MBVII 217-219)

Cavallo rosso (1862, MBVII 217-219)

Stanotte ho fatto un sogno singolare. Sognai di trovarmi insieme colla Marchesa di Barolo e passeggiavamo su di una piazzetta che metteva in una grande pianura. Io vedeva i giovani dell’Oratorio a correre, a saltare, a ricrearsi allegramente. Io voleva dare la destra alla Marchesa, ma ella mi disse: No; resti dov’è. Quindi si mise […]

Stato sacrilego di un giovane (1862, MB VII, 193-194)

Stato sacrilego di un giovane (1862, MB VII, 193-194)

Quindi venne a parlare delle confessioni sacrileghe dei giovani, cagionate specialmente dal tacere a bella posta cose che dovrebbero assolutamente palesarsi; e raccontava un fatto accaduto a lui stesso: Una notte sognai e vidi nel sogno un giovane che aveva il cuore rosicchiato dai vermi, che egli colla mano strappava e gettava via. Non diedi […]

Due pini (1861, MB VI, 953-954)

Due pini (1861, MB VI, 953-954)

Così Don Bosco anche faceziando aveva di mira di imprimer bene bene nella mente de’ suoi giovani, quale sventura sia l’essere in disgrazia di Dio, che rende l’anima, pur in corpo fornito di belle doti esterne, brutta, deforme. “Intanto, scrisse D. Ruffino, e ci raccontò in poche parole il seguente sogno: – Mi pareva di […]

facebook.com/sognidonbosco
© 2018 I sogni di Don Bosco · Tema Crumbs di WPCrumbs